Liberta' senza paragoni
  I miei voli
 

ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild


I miei voli nel 2010

Anche quest'inverno il freddo e la neve è stato abbondante e se devo essere sincera ho preferito starmene al calduccio oppure andare a sciare. Il freddo era così penetrante che solo l'idea di spiccare il volo già mi faceva rabbrividire.
Ho fatto un paio di voli a Cimetta durante il mese di febbraio, giornate splendide: nonostante la grande neve si riusciva comunque a fare quota in modo molto sciallo.
Il mio GPS Garmin è deceduto precodemente e ho dovuto sostituirlo con un Flytech 5020, mega complicato. Ho fatto enormi progressi nel uso di questo strumento, perlomeno adesso so accenderlo (cosa indispensabile per registrare un volo), riesco a scaricare il volo sul Pc e anche a cancellare i voli... incredibile!!!  Una tappa alla volta, fra un po' tocca ai way point, caricarli e inserire una rotta... aiuto la vedo dura la situazione.
Il 25 aprile ho fatto il mio primo pseudo volo di distanza per sgranchirmi le ossa... pochi km ma molto utile per ritrovare la pazienza nel grattare e aspettare il ciclo giusto, girare le termiche le più deboli pur di star su. Il tutto per riprendere la routine.
Vediamo cosa ci porta la primavera... Speriamo non arrivi troppo presto l'estate altrimenti addio voli di cross.


I miei voli nel 2009

Il 2009 è cominciato con il botto... un patatrac... causa un incidente fino a maggio non ho potuto volare. Diagnosi del medico: dissezione dell'arteria vertebrale destra (cervicale) su intervento odontoriatrico.
Uffa... io che aspettavo solo l'ora di salire a bordo della mia sigma 7, mi ritrovavo a guardare da casa mia tutti gli altri che volavano e termicavano a Mornera e si spostavano verso i monti della Gana con quote stratorsferiche.
Più si avvicinava maggio e più cominciavo ad essere nervosa: chissà se sono ancora capace, magari in volo non mi sento a mio agio etc. questi erano i pensieri che mi tormentavano quasi tutti i giorni. 
Maggio è arrivato e subito ho fatto un volo che mi ha ridato un po' di fiducia. Il primo volo mi ha portato dal Lema al Nudo (I) e poi a Bellinzona. Dopo tanto tempo mi sembrava impossibile. Due giorni dopo ancora, anche se titubante all'inizio per via delle condizioni turbulente che quasi mi fanno andare ad atterrare, ho superato il mio record personale: 79 km. Decollo Gana, poi Mornera, Cimetta, Pian San Giacomo ed infine atterraggio a Lostallo. Non male per i primi due voli. Sono mega soddisfatta.
Le copiose nevicate, hanno accumulato metri e metri di neve al di sopra dei 1200 m.s.l.m. Questo ha permesso di mantenere un buon gradiente di temperatura e di prolungare la primavera... Infatti le cime della val Maggia, Leventina, Calanca e Mesolcina erano ancora bianchissime. Incredibile... Ma dov'è l'effetto serra con il suo surriscaldamento terrestre?
Dalla primavera si è passati ad un estate che ci ha regalato dei bei voletti qua e la, però niente di speciale.
In generale posso dire che per me è stato un anno speciale, mi sono data altre priorità ed il volo è finito in secondo piano.
Ci sono state giornate ottime, anche se rare, per un volo di cross, si doveva solo spostarsi verso le alpi solo che la sottoscritta non le ha sfruttate. 
Ci sono stati dei week-end che avrei voluto andare a Fiesch ed accompagnare Gaby, ma la meteo nei week-end non era soddisfacente per invogliarci a fare più di due ore di macchina. Alla fine è arrivato l'autunno... e le termiche sono diventate piccoline e deboline.
In conclusione posso dire che non ho mai volato così poco come quest'anno. Spero che il prossimo sia migliore e che cominici meglio di questo... 
Mi rendo conto solo ora che nella sfortuna ho avuto moltissima fortuna, l'incidente avrebbe potuto avere esiti molto gravi e il parapendio avrebbe potuto essere solo un ricordo. Quindi se prima mi prefissavo di fare chissà che voli, oggi aprezzo anche solo il fatto di poter volare in termica qualche minuto e di godermi il panorama.

                     
                      Foto: Bernet Raffael, www.skydream.ch

Clicca sul titolo per accedere ai voli

I miei voli nel 2008

L'anno 2008 è cominciato all'insegna della neve, un mucchio di neve... cosa che ha smorzato le termiche ed ha ritardato la bella stagione di voli in termica. Quest'anno con alcuni amici ci siamo dati al "para&sci"... una bella esperienza. Aspettando la primavera è stata un'ottima alternativa.
Arrivata la primavera, ecco che tutti cominciano a parlare di km, triangoli e sale una certa tensione...
Come gli altri, anch'io aspettavo la classica giornata "BOMBA", ma il 19 di marzo mi sono infortunata ad un piede. Incidente domestico facendo entrare il gatto dalla finestra... che trampen. 
Insomma le poche giornate che erano buone me le sono perse. 
Il mese di maggio ed inizio giugno ha praticamente sempre piovuto cancellandoci le classiche giornate primaverili. Ci sono state alcune giornate ad inizio maggio che alcuni hanno sfruttato da maestri, facendo oltre 50 km, ma questo non è stato il mio caso. Riprendendomi dalla distorsione alla caviglia ho cominciato ad avere cosidetti "Problemi mentali" legati ai miei 30 anni e al volo. Questa cosa mi rende molto insicura e mi riesce difficile volare serenamente... speriamo che passi al più presto. 
L'estate è arrivato ed è quasi già finito. A luglio, grazie alla manche di Campionato Ticinese, ho fatto un bel volo da Foisch, che mi ha ridato una certa sicurezza. Il volo si è rivelato molto faticoso dal punto di vista fisico e mentale ma nonstante questo mi ha fruttato un record personale di 56 km ed un piacevole volo in compagnia.
Dopo questo volo purtroppo non c'è stato verso di avere delle giornate decenti. Quest'anno il tempo brutto si è mangiato sia la primavera che l'estate, un vero peccato. 
Verso la fine di agosto ho acquistato un nuovo parapendio, un Advance Sigma 7. La nuova vela mi stimola a ritornare a volare un pochino di più. Le prime impressioni di volo con il mio nuovo mezzo sono per il momento ottime. Il modo di volare cambia un po' rispetto al Ozone Rush che avevo prima ormai devo ancora prenderci la mano. Queste giornate relativamente tranquille di fine estate mi permettono di fare dei voletti relativamente tranquilli e di volare comunque in termica cosicché mi alleno un po' per la prossima primavera. 

Clicca sul titolo per accedere ai voli

                                   
                        Foto: Manuel Croci, decollo Fabi al Gene


I miei voli nel 2007

L'anno 2007 ha regalato dei bellissimi voli, la neve era poca e quindi termicava già molto presto.  
Sono riuscita a battere il mio record personale di distanza (nel 2006 => 48 km) portandolo a 53 km e il record di permanenza in aria. Il volo più lungo è stato di 5 h. Nonostante le ore in aria non è che sia stato un volo molto "produttivo". Ho lottato come una tigre per passare il Crocione e per salire a Parüsciana ma niente da fare...
In ogni caso sono molto soddisfatta.
La partecipazione alla Woman Chellenge mi ha dato veramente una mano e ho guadagnato più fiducia in me stessa. 
Speriamo che l'anno 2008 sia altrettanto bello, con tante termiche e poco vento da nord. 


Clicca sul titolo per accedere ai voli

ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild ein Bild

 
  196022 visitatori copyright © 2007 parafly.it.gg  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=